Italianistica Online Forum » Generale

Volevo chiederle..

(4 posts)
  • Started 6 years ago by danigalli
  • Latest reply from alessandroaresti

  1. Anonymous
    Unregistered

    ..se per caso è/sia/fosse noto il risultato del ecc ecc.
    Santa ignoranza.Quale delle tre?Potreste anche gentilmente indicarmi il perchè?
    Ringraziamenti e saluti-Daniela

    Posted 6 years ago #
  2. alessandroaresti
    Moderator

    Possiamo dire che sono plausibili tutte e tre le soluzioni.
    Se ti riferisci al presente (se cioè, come penso, quel "volevo" è in effetti un "voglio" o un più cortese "vorrei"), si può usare sia l'indicativo (meno formale) che il congiuntivo (più formale e, secondo me, più corretto): quindi "voglio/vorrei sapere se sia/è noto il risultato".
    Se ti riferisci al passato (quindi quel "volevo" indica, come effettivamente dovrebbe essere, un'azione passata), sarebbe più corretto "fosse", se opti per il congiuntivo, o "era", se la tua scelta ricade sul meno formale indicativo ("(l'anno scorso) volevo sapere se fosse/era noto il risultato").
    Un'osservazione sull'uso di volevo-voglio/vorrei: l'imperfetto, ormai dominante in enunciati in cui si faccia una richiesta, si adopera per esprimere un desiderio presente con un tono garbato di apparente rinuncia ("volevo tal cosa"; "vorrei tal cosa" (formale); voglio tal cosa (non garbato).

    Posted 6 years ago #
  3. Anonymous
    Unregistered

    Grazie per la cortese,lucida e celere risposta.Incuriosita a questo punto mi chiedo:quindi
    "volevo chiederle se per caso fosse noto il risultato del.."(forma di cortesia)sarebbe una costruzione accettabile?
    Grazie di nuovo-

    Posted 6 years ago #
  4. alessandroaresti
    Moderator

    Sull'accettabilità o meno dell'imperfetto non ci sono pareri concordanti: si va dai puristi (quelli cioè che difendono a spada tratta la grammatica "normativa", quella, per intenderci, fissata nei manuali di grammatica), per i quali questa scelta formale è da trattare alla stregua di un "orrore" grammaticale, ai più accomodanti, quelli cioè che considerano l'imperfetto accettabile almeno nella lingua orale (qualcuno, spingendosi più in là, lo accetta anche nello scritto).
    Posso darti solo un parere da utente e da appassionato della nostra lingua: l'imperfetto, in questo caso, è secondo me da sanzionare se adoperato in un testo scritto, accettabile invece in un contesto orale di parlato poco sorvegliato (quello cui ricorriamo con gli amici, ad esempio): l'importante comunque, su questo non ci sono dubbi, è esserne consapevoli.

    Posted 6 years ago #

RSS feed for this topic

Reply

You must log in to post.